Chatta con noi X
SCRIVI
STATI UNITI - BLUES & BOOZE, LA VIA DELLA MUSICA

Partenze giornaliere dal 02/04/2019 al 30/04/2020



DESCRIZIONE

13 giorni / 12 notti

Si parte da Chicago, alla scoperta dei suoi incredibili “tesori” architettonici, giù fino a raggiungere New Orleans con il suo Vieux Carré, percorrendo la strada della musica: dal Rayman Auditorium di Nashville al Memphis Rock & Soul Museum e Elvis’ Graceland. Un puzzle affascinante di città e paesaggi, un susseguirsi di testimonianze, razze, culture e tradizioni, miti e leggende della musica e non solo, che hanno influenzato in modo importante il passato ed il presente degli Stati Uniti. Musica e liquori, blues & booze, sono i simboli di questo cuore americano, alla scoperta di luoghi che hanno dato i natali ad alcune delle più importanti icone musicali mondiali.

TAPPE PRINCIPALI

  • CHICAGO
  • INDIANAPOLIS
  • LOUISVILLE
  • NASHVILLE
  • MEMPHIS
  • VICKSBURG
  • NEW ORLEANS

su richiesta

Dai principali aeroporti

1° GIORNO: CHICAGO

Arrivo all’aeroporto di Chicago, disbrigo delle formalità doganali e trasferimento in hotel. Situata sulle rive del Lago Michigan, Chicago è una delle metropoli più grandi degli Stati Uniti ed è famosa per la sua audace architettura; viene chiamata dagli americani wind city e una tersa giornata invernale potrà farvi capire il gelido motivo. In questa città, che ha battezzato il primo grattacielo nel 1884, tendete l’orecchio: accordi blues e jazz vi seguiranno durante tutto il vostro soggiorno, essendo stata l’incubatrice per eccellenza di questi generi musicali. Persino Louis Armstrong, nato negli stati del sud, emigrò ben presto in questa metropoli per crescere come musicista, diventando poi il genio indiscusso che tutti conoscono. Pernottamento.

2° GIORNO: CHICAGO

Durante il giorno potrete visitare Oak Park, luogo di nascita di Hernest Hemingway, la Willis Tower, che al centotrentesimo piano offre una visita sullo skydeck (una gabbia di vetro che permette di vedere la città dall’alto), diversi musei come l’Art Institute e Il Museum of Contemporary Art. La sera invece sbizzarritevi: fate un giro di shopping sulla Magnificent Mile, un tour sul lago partendo dal molo di Navy Pier o recatevi in uno degli imperdibili Jazz Club della città. Il divertimento è assicurato. Pernottamento.

3° GIORNO: CHICAGO / INDIANAPOLIS (295 KM)

Indianapolis è la capitale dello Stato dell’Indiana ed è una delle più popolose degli Stati Uniti. Fatevi cullare dal clima disteso e rilassato di questa città soprannominata Indy e resa famosa dal circuito per auto da corsa. Per visitarla è bene iniziare dal suo cuore, ovvero Monument Circle al cui centro di trova il Soldiers and Sailors Monument che spicca con i suoi quasi 90 metri di altezza: se volete potrete anche salire in cima e ammirare il panorama dall’alto. Sempre qui troverete il Civil War Museum che raccoglie importanti documenti che narrano le vicende della Guerra di Secessione Americana e altri musei di Downtown come l’Indiana Medical History Museum, valida meta per gli appassionati di storia della medicina, e il World War Museum, naturalmente dedicato alla Seconda Guerra Mondiale. La città è attraversata dal White River e lungo la riva potrete godervi delle piacevoli passeggiate; un altro edificio interessante da visitare è il Campidoglio (sede governativa della città), completato nel 1878 dagli architetti May e Scherer e modellato secondo lo stile rinascimentale italiano.Pernottamento.

4° GIORNO: INDIANAPOLIS / LOUISVILLE (183 KM)

Partenza per Louisville, la città più grande del Commonwealth del Kentucky. Come si evince dal nome, è di fondazione francese; lo skyline della città è dominato dal fiume Ohio e al Waterfront Park, lontani dal caos cittadino, potrete trascorrere delle piacevoli giornate, cullati dal mormorio lento delle acque. Se volete fare un tuffo nel passato invece, a sud di Downtown si trova la cosiddetta Old Louisville, rimasta simile all’aspetto originario e nella quale si possono ancora ritrovare le case vittoriane e l’aspetto signorile che la caratterizzavano nel passato. Pernottamento.

5° GIORNO: LOUISVILLE

Giornata a disposizione per visitare la città. Le vere attrazioni sono due: la prima è sicuramente il Kentucky Derby, la corsa di cavalli forse più famosa d’America, disputata la prima volta nel 1875 e mai interrotta, una vera e propria tradizione americana che non si fa mancare niente, compresa la concorrenza al Royal Ascot per quanto riguarda i copricapi delle signore. L’altra è quella relativa al Bourbon, il famoso whisky americano la cui produzione è concentrata quasi interamente nel piccolo Kentucky; si può scegliere fra la Kentucky Bourbon Trail, una visita di bar selezionati per degustare la mitica bevanda oppure girare in lungo e in largo lo stato alla ricerca delle distillerie più famose. Pernottamento.

6° GIORNO: LOUISVILLE / NASHVILLE (280 KM)

La tappa di oggi ci porta a Nashville, la capitale dello stato del Tennessee e sede della Vanderbilt University. È conosciuta come “City of Music” per essere patria della musica country, sede del Grand Ole Opry dove è possibile assistere a degli spettacoli, della Country Music Hall of Fame e di molte case discografiche, nonché quartier generale di una delle più grandi aziende produttrici di chitarre e bassi elettrici: la Gibson. Nashville è oltretutto celebre per il film omonimo del regista Robert Altman e per essere stata scelta dal grande re del rock n’ roll Elvis Presley, come base artistico-compositiva di una parte delle sue canzoni, incise proprio in uno dei suoi studi. Viene considerata l’Atene del sud-est degli Stati Uniti a causa di numerosi suoi edifici costruiti secondo lo stile architettonico classico. Pernottamento.

7° GIORNO: NASHVILLE

Non perdetevi l’Honky Tonks sulla 2nd Avenue, una strada dove si possono trovare tutti i locali più eccentrici, la musica migliore e il Music Hall of fame Museum che custodisce dei cimeli preziosi della storia della musica. Pernottamento.

8° GIORNO: NASHVILLE / MEMPHIS (341 KM)

Arrivo a Memphis, città situata lungo il fiume Mississippi nell'angolo sud-occidentale dello Stato del Tennessee, famosa per due motivi in apparenza assai lontani: aver dato i natali a The King, il mito del rock, Elvis Presley e per il ruolo fondamentale che ha ricoperto nel movimento per i diritti civili. Musica e lotta sociale qui paiono due volti della stessa medaglia. Pernottamento.

9° GIORNO: MEMPHIS

Cosa vedere a Memphis? Si può partire da Graceland, la villa un tempo abitata dai Presley e una delle case private più visitate al mondo, sostando davanti alla sua collezioni di abiti di scena e alla sua famosa Cadillac rosa. Si può proseguire con il National National Rights Museum, ospitato nel Lorraine Motel, dove fu assassinato Martin Luther King: morì nella stanza 306 che è rimasta esattamente come allora. Da non perdere infine Beale Street, dove i club musicali aprono le loro porte ai fans delle chitarre rock e i negozi vendono memorabilia musicali. Giustamente conosciuta come “The Entertainment District“, la strada ospita, tra le altre cose, il Beale Street Music Festival, l’Hard Rock Café e il Memphis Rock ‘n’ Soul Museum (dichiarato Casa del Blues dal Congresso Usa).


L’idea del museo è nata da un progetto di ricerca dello Smithsonian Institution e oggi racconta la storia della musica rock e soul dando nuova voce e visibilità a musicisti leggendari che, tuttavia, prima della fama, spesso hanno dovuto superare sfide razziali, culturali e socioeconomiche. Il risultato? Che la musica che ascoltiamo tutti in ogni parte del mondo ha qui le sue radici e che il mondo stesso, grazie a questi accordi, non è più lo stesso.

10° GIORNO 10: MEMPHIS / VICKSBURG (402 KM)

Vicksburg è una città storica, capoluogo della Contea di Warren nella parte occidentale dello Stato del Mississippi. In una stupenda posizione panoramica, la città è in gran parte arroccata su un alto promontorio dominante un’ansa alla confluenza del fiume Yazoo. Fondata nel 1811, la città di Vicksburg è una meta turistica per lo straordinario patrimonio storico, per il sito archeologico di Fort St. Pierre e per le attrazioni moderne. A 3 km verso nord-est dalla città si estende il Vicksburg National Military Park fondato nel 1899, che conserva il sito della battaglia combattuta in loco dal 18 maggio al 4 luglio 1863 durante la guerra civile americana. Dopo diversi assalti falliti e l’assedio di 47 giorni della città in posizione strategica per controllare il fiume Mississippi, Vicksburg si arrese all’esercito dell’unione statunitense.


Nel parco sono conservati oltre un migliaio di monumenti storici, decine di chilometri di trincee di guerra, centinaia di cannoni, due antiche dimore e la nave americana U.S.S. Cairo Gunboat and Museum. Sito storico nazionale dal 1972, questa cannoniera corazzata affondata nel fiume Yazoo da un siluro nel 1862 fu recuperata nel 1964, trasportata nel parco e ristrutturata prima dell’inaugurazione come museo nel 1980.  Il Parco è attraversabile a piedi e in automobile.

11° GIORNO: VICKSBURG / NEW ORLEANS (333 KM)

New Orleans è una delle città più particolari e affascinanti degli Stati Uniti, famosa soprattutto per la musica, l’architettura creola e il suo pittoresco carnevale. Tra le viuzze e le variopinte casette riccamente decorate in ferro battuto del French Quarter, vi sembrerà di camminare in un angolo di Europa. Royal Street, la via principale, offre l'immagine da cartolina di ciò che si può apprezzare nella zona: le balconate e l’architettura degli edifici infatti fanno scattare a ripetizione gli obiettivi delle macchine fotografiche. Pernottamento.

12° GIORNO: NEW ORLEANS

Visitate qui le case dei famosi scrittori americani nel French Quarter. Al civico 632 di St. Peter Street c’è la Tennessee Williams House dove Tennesse Williams scrisse “Un Tram che si chiama Desiderio”, uno dei pezzi teatrali americani più famosi. Imperdibile è inoltre un tour a bordo del tram per arrivare all’affascinante Garden District, considerato patrimonio di storia nazionale e preservato da leggi di tutela architettonica. A concludere una vacanza come questa non può mancare una cena sulle acque del Mississippi a bordo della famosa Paddlewheeler Riverboat che vi delizierà con la sua atmosfera e un sottofondo jazz davvero emozionante. Pernottamento.

13° GIORNO: NEW ORLEANS

Trasferimento in aeroporto e termine dei servizi.

Da non perdere

SFUMATURE INTENSE - Africa e Medio Oriente

guarda LE PROPOSTE >

SCOPERTE INASPETTATE - Nord America e Messico

guarda LE PROPOSTE >

ARMONIE INSOLITE - Asia e Oceania

guarda LE PROPOSTE >

GOCCE D'OCEANO - Mari e Oceani

guarda LE PROPOSTE >